Facebook

L’inizio del 2015 porta con sé la nascita di Briciole di Filosofia, nuovo progetto editoriale di Diogene Multimedia – a cura di Armando Girotti e Franco Paris - volto a riscoprire l'importanza che il pensiero filosofico occidentale riveste per l’uomo contemporaneo. Nel suo porsi come eterno domandare, la filosofia si configura come molla di un percorso di miglioramento di sé e del proprio sguardo sul mondo, stimolando un approccio critico che la slega da una connotazione meramente nozionistica. In tal senso la filosofia diviene disciplina di vita e strumento alla portata di tutti, lontano da ogni impostazione scolastica o elitaria. Ben oltre le classiche sintesi manualistiche, i testi approfondiscono in modo chiaro i temi fondamentali del pensiero di un singolo filosofo o di una scuola filosofica, puntando a metterli in dialogo con il lettore e a stimolarne la riflessione personale. Tutti i volumi attingono direttamente dai testi degli autori trattati per offrire puntuali citazioni.

Per info scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I volumi della collana Briciole di Filosofia in uscita nel 2015:
0. Filosofia. Bellezza e Responsabilità
1. Platone
2. Spinoza
3. Nietzsche
4. Aristotele
5. Cartesio
6. Hobbes
7. La filosofia postmoderna
8. L’empirismo inglese
9. Hegel
10. Etica e ambiente
11. Kant
12. Kierkegaard

I singoli volumi hanno un costo di 7,50 euro, l’intera collana 2015 è in promozione a 80,00 euro sulla nostra LIBRERIA FILOSOFICA.


FILOSOFIA. BELLEZZA E RESPONSABILITÀ
Qualche estratto dal volume di presentazione della collana

“Se poi, evitando di cadere in una palestra formale, si cerca di legare ai problemi del passato quelli del presente in una circolarità di rapporto, si scoprirà che in quei documenti dei pensatori antichi molto domande che hanno assillato i vari filosofi sono le stesse che tormentano l’uomo moderno. […] Il testo filosofico, dunque, ben potrà diventare utile anche per la riflessione su di sé e sul concetto di verità, permettendo il recupero dell’interesse alla filosofia come disciplina fondata, non più discorso vuoto, soggetta a rifiuti aprioristici, ma a disciplina di vita.”

“Rintracciare il problema, farlo affiorare, chiarirlo e dargli consistenza anche per l’oggi, questo è ciò che si richiude ad un corretto inserimento della filosofia nel contesto sociale odierno; ma questo è solo l’inizio; la seconda tappa passa inevitabilmente attraverso un nuovo dialogo con risposte alternative alle proprie; confrontarsi con quelle degli altri, rintracciabili all’interno della storia del pensiero sia nel dibattito attuale, questo è l’invito rivolto all’uomo perché ritorni in se stesso e si scopra cambiato; questa è l’essenza del filosofare. E non credo sia un lavoro solo per iniziati o per adepti; mi sembra sia giunto il momento di schiudere le porta anche ai cosiddetti ‘altri’”.

“La finalità di un approccio alla filosofia, dunque, non può essere pervaso da distorti interessi informativo-narrativi, ma deve essere informato dall’intenzio­ne di andare verso la riconsiderazione dei contenuti in termini problematici; non può fermarsi ai soli contenuti, ma deve rivol­gere lo sguardo verso l’apprendimento di metodologie atte a far emergere la trama di un’attività critica sulla quale impostare una nuova risposta. La filosofia su queste basi diventa uno strumento di un infinito divenire cognitivo che s’inserisce nella sto­ria del pensiero umano dove le risposte date possono motivare una nuova riflessione, ulteriori approfondimenti e punti di vista inediti. In questo senso la filosofia è arricchimento.”

“Se nelle aule scolastiche si volesse far emergere la bellezza del filosofare, si dovrebbe andare alle fonti, ai testi scritti, là dove i filosofi hanno dibattuto le questioni e dove hanno impresso le loro risposte, non allo studio manualistico delle sintesi del pen­siero che i vari storiografi ci hanno proposto. Ecco perché nella collana verranno proposti molto spesso alcuni brani dei pensatori in oggetto. La filosofia è nata dalle questioni di senso, sul signi­ficato cioè della vita, su ciò che noi siamo e su come dovremmo essere, sul perché delle nostre azioni e sulla scelta da operare, sui temi dell’io e dell’altro, ecc.… Accanto a queste ‘questioni di senso’ essa si interessa anche di ‘questioni di verità’, quelle che permettono all’uomo di riferire il singolare all’universale. Se la filosofia è nata attorno a questi e ad altri problemi, allora non viene esclusa la possibilità di dialogare con un vasto pubblico anche di ‘non addetti al lavoro’.”

“Insomma, la nostra intenzione è di attrezzare la mente del lettore perché possa porre domande personali al filosofo. Il nostro proponi­mento è di far emergere, attraverso la lettura degli scritti del filosofo, il suo atteggiamento di fronte ad un problema che lo ha coinvolto fino a fargli dare delle risposte, le sue; con questa modalità abbiamo pensato di evidenziare il modo di essere di un filosofo in funzione dei problemi che gli si sono presentati nell’epoca in cui è vissuto. Con questa nostra scelta vorremmo avviare un confronto tra le risposte dell’oggi e quelle del filo­sofo, tra la nostra visione della vita e la sua, e così, riflettendo su problemi che sono diventati anche nostri, saremmo spinti a dare una risposta, che sarà indubbiamente nostra, ma che non sottovaluterà quelle che la storia del pensiero umano ci ha la­sciato in eredità.”

Redazione
30/01/2015

 

LIBRERIA FILOSOFICA

Forum Referendum

IMMAGINI

VIAGGI FILOSOFICI

Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Se vuoi saperne di più clicca su "Leggi dettagli”.